Blog

è primavera!

Non pensavo reagissi così!

“Non pensavo reagissi così! Non era mai successo”. Ecco cosa mi sono sentita dire oggi da un medico ed io avrei voluto rispondere: “Beh, ma ad azione corrisponde sempre reazione!” ma non l’ho fatto perché quella mia affermazione mentale stava già cominciando ad annodarsi al mio pensiero e mi sarei sicuramente trovata a sciogliere nodi contro voglia. Un po’ come quando decidi che oggi non ti pettini perché il capello mosso è di tendenza… ti ritrovi con i dread senza neanche accorgertene. Però dai è risaputa questa frase: ad azione corrisponde una reazione e non è poi così banale perché ci avevate mai pensato a che cos’è una reazione in medicina? Io evidentemente sì! È una “risposta indesiderata che si verifica in seguito alla somministrazione di un farmaco”. INDESIDERATA come la posta, come una visita che non vuoi, come l’unico abito che non metteresti mai e che ti viene regalato.

felpa ukglamorous

Mi sento la mezzanotte dentro

A volte è solo questione di tempismo. E nemmeno ce ne accorgiamo di quel granello di tempo in cui tutto è cambiato e non fa essere nulla come prima. Se esiste una cosa folle come il fuso orario allora esiste anche il granello di tempo in cui avviene il crash e non te ne sei nemmeno reso conto. Dovevo atterrare alle 17:20, sì ma alle 17:20 inglesi e non italiane, perché di fatto sono atterrata alle 18:20 in perfetto orario, inconsapevole di quando quest’ora in più sia scattata nella mia vita. Ehi ma quella frazione chiamata granello di tempo in cui la lancetta si è spostata dov’è andata? È esistita? E quel che stavo facendo durante quell’inconsapevole passaggio dov’è? E poi… e poi… e poi l’ora legale. Inevitabile che questa mattina io mi chiedessi che cosa ne è stato di quelle due ore spare della mia vita!